Bioetica e vita

110 of 21 items

PROGETTO LEGAL

by

Tempo lettura – 4 minuti In occasione dell’Ottobre  Missionario, presentiamo il progetto Legal, promosso da padre Saverio Paolillo,  missionario comboniano originario di Barletta, che si è sempre battuto e si batte ancora oggi per l’educazione e i diritti dei bambini e dei ragazzi, affinché possano avere gli strumenti adeguati per la costruzione di una società più […]

AMORIS LAETITIA – la gioia dell’amore nell’enciclica di papa Francesco

by

Tempo lettura – 3 minuti In un momento storico difficile che vede la crisi della famiglia, proponiamo ai lettori, il commento e la riflessione di Amoris Laetitia, letteralmente La gioia dell’amore, siglata da Papa Francesco il 19 marzo e diffusa l’8 aprile 2016  che presenta le molteplici sfide della famiglia nel mondo di oggi. L’enciclica è di […]

SUICIDIO ASSISTITO E SEDAZIONE PROFONDA

by

Continua, in questi giorni, il dibattito nel nostro Paese sul fine vita e sulla necessità di approvare o meno la legge sull’eutanasia.

Attualmente, è bene ricordarlo, in Italia l’eutanasia è ancora illegale. Questo significa che non è ancora possibile chiedere a nessuno di procurare la propria morte, nemmeno in quei casi in cui una persona sia affetta da malattia irreversibile. Tuttavia, esistono oggi altre strade per chiedere e anticipare la propria morte.

LEGALITÀ AI TEMPI DELLE AMMINISTRATIVE

by

Si avvicinano le elezioni amministrative del 12 giugno per eleggere sindaco e Consiglio Comunale. Invitiamo i lettori a riflettere sulla legalità a partire da alcune iscrizioni presenti sul lato laterale della Cattedrale, Santa Maria Maggiore. Una ricorda che nel 1528 Barletta fu saccheggiata e distrutta per la discordia dei cittadini, dai francesi, capeggiati da Francesco da Ceri. Un altro episodio, ricorda quello della Disfida di Barletta. Vi è scritto: del Gran Capitano in Barletta nell’anno del Signore 1503 fu la Grande Vittoria. Queste due iscrizioni, ci inducono a ridisegnare l’idea di legalità soprattutto in tempi di elezioni amministrative.

Dopo l’Angelus di Papa Francesco…

by

Cari fratelli e sorelle!

È passato più di un mese dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina, dall’inizio di questa guerra crudele e insensata che, come ogni guerra, rappresenta una sconfitta per tutti, per tutti noi. C’è bisogno di ripudiare la guerra, luogo di morte dove i padri e le madri seppelliscono i figli, dove gli uomini uccidono i loro fratelli senza averli nemmeno visti, dove i potenti decidono e i poveri muoiono.[…]”

La (semi)vittoria del bonus psicologo

by

Sebbene i notevoli miglioramenti derivanti dall’introduzione dei vaccini, la pandemia da Covid-19 resiste ancora, portandosi strascichi di natura prevalentemente psicologica. 
A questo proposito, negli ultimi giorni si è parlato molto dell’approvazione del Bonus Psicologico nel Decreto Milleproroghe, notizia accolta a suon di vittoria, visto che in precedenza il finanziamento era stato rimosso dalla Legge di Bilancio del 2022. Nei mesi scorsi questa bocciatura aveva infatti scatenato molteplici reclami, soprattutto sui social, al punto che migliaia di cittadini avevano firmato una petizione online con la richiesta di tornare a prendere in considerazione la proposta col primo provvedimento utile. 

LA VITA IL BENE PIÙ PREZIOSO

by

Verrà celebrata domenica 6 febbraio 2022 la 44^ Giornata Nazionale per la Vita. Custodire ogni vita, questo il titolo del documento che, inevitabilmente, nasce nel solco del delicato periodo che stiamo attraversando, stravolto dal Covid-19. Particolare attenzione è posta sulle situazioni di precarietà nel tempo di pandemia.

Suicidio assistito: si discute alla camera

by

l dibattito in atto sulle spinose questioni del fine vita è approdato alla Camera dei Deputati lo scorso 13 dicembre. Si discute sul testo di legge che vorrebbe introdurre in Italia il suicidio assistito, quando cioè il farmaco necessario a uccidersi viene assunto in modo autonomo da un individuo. Il testo, chiamato “Disposizioni in materia di morte volontaria medicalmente assistita”, vorrebbe rispondere a quanto previsto da una sentenza del 2019. La Corte Costituzionale –  ricorderemo – si era espressa sul caso di Marco Cappato, accusato di avere aiutato Fabiano Antoniani, più conosciuto come di Fabio, a suicidarsi: Antoniani era rimasto paralizzato e cieco a seguito di un incidente.